Diventa socio
Ci sostengono, sosteniamoli!
IBAN per versamenti
o bonifici

Conto Corrente
UniCredit Banca
IT 15 F 02008 12932 000100561036

Conto Corrente
Banca popolare dell’Emilia Romagna
IT 25 Y 05387 12900 000001830751

Per bonifici dall'Estero:

UNICREDIT BANCA SPA
Filiale Marzabotto
Via Marzabotto, 75
41125 Modena

SWIFT: UNCRITB1MN5
IBAN: IT15F0200812932000100561036


BANCA POPOLARE EMILIA ROMAGNA
Sede Modena
Via San Carlo, 8 / 20
41100 Modena

SWIFT: BPMOIT22XXX
IBAN: IT25Y0538712900000001830751

FORZA MODENA n° 813 Gubbio
17/12/2016

Ecco il Forza Modena che troverete al Braglia in occasione della partita con il Gubbio.

Al Braglia arriva il forte Gubbio per l’ultima di andata

E’ ACCANIMENTO!

Il Modena, che non vince da più di due mesi, ha raggiunto l’ultima posizione e la caduta libera sembra non arrestarsi.

Nessuno sa come finirà questo campionato.

Nessuno sa perchè Caliendo si ostini a restare.

Cosa ha fatto di male Modena per meritare questo presente?

E quale futuro ci attende?

Nei giorni scorsi è stato depositato il bilancio del Modena FC al 30 giugno, e la notizia non ha praticamente trovato spazio sui giornali locali. Si tratta certo di un argomento tecnico, difficile da comprendere sia per chi scrive sia per chi legge; tuttavia alcune brevissime considerazioni possono essere fatte.

In poche parole, si può dire che il bilancio mostri una situazione finanziaria sempre più critica. In mancanza dei contributi che il Modena percepiva in serie B, e con la prospettiva di non avere più giocatori da cedere a prezzi significativi (l’ultimo è stato Luppi), la differenza tra entrate e uscite potrebbe aggirarsi in futuro intorno ai 2 milioni l’anno, una cifra che può essere limata da ulteriori risparmi nella gestione, ma certo non pareggiata; senza contare che abbassare drasticamente il monte ingaggi significa quasi sempre affossare il livello tecnico della squadra, come dimostra il campionato in corso.

Certo, rimane il sogno delle “nozze coi fichi secchi”, ma esso richiederebbe di affidare la gestione sportiva a persone capaci, e non pare che questa sia una prerogativa dell’attuale proprietà.

La domanda che allora ci poniamo è: perché Antonio Caliendo si ostina a non voler cedere un Modena pieno solo di debiti, continuando a fare richieste esorbitanti a quanti si avvicinano?

È così masochista da voler spendere un paio di milioni di euro all’anno senza speranze concrete di successo?

Spera ancora di realizzare chissà quale cifra da una società ridotta in macerie?

O c’è qualcosa che non sappiamo e che impedisce od ostacola la cessione?

Scrivete le vostre opinioni a redazione@forzamodena.it

La redazione

  • Modena Sport Club - Società Cooperativa
  • Via Bacchini, 27
  • 41121 Modena - ITALIA
  • Cell. (0039) 366 56 788 76
  • C.F. e P.IVA 03237700368
  • Registro Imprese n. 56277/08
  • Rea n. 370529
web agency modena siti internet