Diventa socio
Ci sostengono, sosteniamoli!
IBAN per versamenti
o bonifici

Conto Corrente
UniCredit Banca
IT 15 F 02008 12932 000100561036

Conto Corrente
Banca popolare dell’Emilia Romagna
IT 25 Y 05387 12900 000001830751

Per bonifici dall'Estero:

UNICREDIT BANCA SPA
Filiale Marzabotto
Via Marzabotto, 75
41125 Modena

SWIFT: UNCRITB1MN5
IBAN: IT15F0200812932000100561036


BANCA POPOLARE EMILIA ROMAGNA
Sede Modena
Via San Carlo, 8 / 20
41100 Modena

SWIFT: BPMOIT22XXX
IBAN: IT25Y0538712900000001830751

Cari tifosi,  

Cari tifosi, sono Andrea Gigliotti, come certo saprete dal 1974 partecipo, prima tramite l'attività di mio padre Franco e poi in proprio, assieme a mio fratello Federico, alla pubblicazione del Forza Modena, storica testata che viene regolarmente distribuita gratuitamente allo stadio Braglia in occasione delle gare interne del Modena. Il Forza Modena è stato fondato da Franco Gigliotti insieme a due suoi amici che in comune avevano la passione per i colori gialloblù ed è stato nel corso degli anni un punto di riferimento per tutti gli appassionati e i tifosi. Nel corso degli anni il Forza Modena ha sempre sviluppato una propria coscienza critica verso il Modena calcio ma di certo non ha mai fatto mancare il suo appoggio alla squadra, (dalla C2 di Messori e Roncaglia, alla B di Farina, alla serie A di Amadei e alla attuale serie B di Ghirlandina Sport) che ha rappresentato e tuttora rappresenta un i ore all'occhiello per la città di Modena.
Nel corso degli anni il mio amore per Modena e il Modena mi ha fatto crescere una forte convinzione, e soprattutto un grande sogno: poter dare il mio contributo a questa squadra. Così ho coltivato un sogno, che fu anche del grande Presidente Gigi Montagnani: il Modena ai Modenesi. Modena e la sua provincia infatti rappresentano e costituiscono una importante realtà industriale del nord, e il sogno di dare, e di contribuire a dare (insieme al gruppo di industriali modenesi Ghirlandina Sport e del Commercialista Guidi) il Modena ai Modenesi, si è avverato.




Finalmente quel momento è arrivato!
Il 12 Luglio 2011 Modena Sport Club acquisisce l'1% del Modena Football Club.


Dopo una lunga attività iniziata il 18 dicembre 2008, data della costituzione della Cooperativa Modena Sport Club (l'Azionariato Popolare per il Modena Football Club), noi tifosi modenesi siamo i nalmente riusciti ad ai ancare l'Azionariato Imprenditoriale di Ghirlandina Sport acquisendo l'1% del Modena Football Club.
Ma certo Voi Vi starete chiedendo: che cos’è l'Azionariato Popolare? L'Azionariato Popolare altro non è che una capillare dif usione della proprietà delle quote della società, che anziché essere possedute da un numero limitato di soci, sono invece in mano ad un numero il più elevato possibile di soggetti, anche investitori cosiddetti “non istituzionali”; i tifosi. Coinvolgendo un corposo numero di soggetti nelle sorti dell'impresa, l'Azionariato Popolare avrebbe anche la capacità di favorire una maggiore stabilità politico-sociale con una distribuzione del reddito più omogenea, e consentirebbe la cosiddetta "Ideologia Partecipativa", vale a dire la partecipazione più ampia possibile alle sorti della società attraverso la presenza di un vasto numero di soci alle assemblee societarie.


Foto di gruppo di alcuni soci della Cooperativa presenti a Novembre 2009 in occasione dell'Assemblea straordinaria per l'approvazione del nuovo Statuto.

In pratica le quote del Modena calcio fi nirebbero per diventare di proprietà di ogni singolo tifoso che, possedendo anche una sola azione, avrebbe la proprietà di una quota azionaria del Modena FC e godrebbe pertanto di tutti i diritti ed i doveri per legge spettanti al singolo socio. Abbiamo studiato e preso spunto dal sistema di gestione di alcune grandi realtà del calcio mondiale, tanto per fare nomi l'Amburgo, in Germania, di proprietà di 65.000 tifosi, l'Osasuna, squadra della città di Pamplona (Spagna, 180.000 abitanti) di proprietà di 15.000 tifosi e, sicuramente, il Barcellona che con i suoi 175.000 soci circa costituisce il più grande esempio di Azionariato Popolare del mondo.

Pensate che cosa potrebbe succedere se tutti gli abitanti di Modena e provincia possedessero almeno una azione del Modena FC. Con molte meno persone si potrebbe davvero raggiungere quella forma di Azionariato Popolare che darebbe ai tifosi Modenesi la loro squadra del cuore! Certo è un grande sogno che, però, tutti assieme possiamo coltivare e cercare di realizzare partendo dall'1% acquistato dai circa 200 tifosi/soci della Cooperativa Modena Sport Club nel mese di Luglio 2011.

Un ringraziamento a tutti coloro che stanno contribuendo e contribuiranno a realizzare il sogno.
Adesso il Modena Football Club è, anche, dei tifosi!


RELAZIONE TRA COOPERATIVE E CALCIO.
Ci sono differenze nel modo in cui operano le società di calcio, soprattutto negli ultimi anni, e il modo in cui operano le cooperative. Infatti, noi crediamo che ciò dimostri che la via che il calcio ha intrapreso, muovendosi alla ricerca del denaro ed allontanandosi dai tifosi, sia una delle ragioni per cui troppi club in Italia si sono ritrovati con signifi cativi problemi fi nanziari, con proprietari per i quali è sempre più diffi cile continuare con questo approccio, soprattutto durante una recessione.
Ma c’è speranza, e questa speranza è la cooperazione: la nostra situazione in Italia rispecchia quella che si è sviluppata nel calcio inglese pochi anni fa; problemi simili al Northampton Town portarono i tifosi a creare la prima cooperativa di supporters nei primi anni '90, tramite la quale rilevarono una quota nel loro club. Oggi la cooperativa è tra gli azionisti del club ed ha due rappresentanti nel direttivo.
L'iniziativa ebbe tanto successo e fu così importante che nel 1999 venne creata un’organizzazione chiamata Supporters Direct con lo scopo di aiutare altri gruppi di tifosi ad organizzare cooperative simili e raggiungere lo stesso scopo: che i tifosi avessero, in tutto o in parte, la proprietà del loro club. E uno dei principali sostenitori di questa organizzazione è Co-operatives UK, che rappresenta il settore cooperativo inglese, per un giro d'affari di 30 miliardi di Euro.
In tantissimi casi queste cooperative di tifosi hanno aiutato i club coinvolti a diventare più stabili, spesso ricostruendoli dopo che avevano a lungo contato sui finanziamenti di singoli individui. Tutte le persone coinvolte hanno lavorato insieme per avere un club migliore: non c'è dimostrazione migliore, nel calcio, dei valori del movimento cooperativo in Inghilterra così come in Europa.
La cooperativa dei tifosi dell'Arsenal, club della Premier League inglese, è diventata un importante partner del direttivo del club, e controlla il 3% delle azioni. l'Arsenal è un club costruito sulla comprensione che i tifosi sono la prima cosa da prendere in considerazione, e questa cooperativa è vista come un aiuto a proteggere il club per i tifosi attuali e futuri, tifosi che lo amano e per i quali ha grande importanza.
Lo Swansea City, club che era sull'orlo della chiusura, sotto un singolo proprietario privato, solo pochi anni fa, divenne per il 20% di proprietà della cooperativa dei suoi tifosi, e da allora ha costruito un nuovo stadio da 25mila posti ed ha ottenuto sul campo diverse promozioni, fino a quella della scorsa stagione quando, dopo la fi nale play-off vinta contro il Reading FC, diventa la prima squadra gallese a giocare in Premier League.
l'Exeter City, anch'esso sull'orlo della chiusura sotto un singolo proprietario privato, con debiti per 4,5 miliardi di Euro, fu acquistato nel 2003 dalla cooperativa dei suoi tifosi, che ha ricostruito il club nel corso degli anni.
Sul campo, l'Exeter City conquistato 2 promozioni consecutive negli ultimi anni ed è passato dal semi professionismo al gradino più basso del calcio professionistico inglese; la Football League One.
l'AFC Wimbledon, che è rinato come cooperativa di proprietà dei suoi tifosi dopo che l'originario Wimbledon FC fu portato loro via e spostato di 120 km, è stato promosso cinque volte, dalla nona divisione alla Football League Two, in soli nove anni.

E l'FC United of Manchester - creato da tifosi del Manchester United che ne avevano avuto abbastanza del modo in cui il denaro stava distruggendo il loro club - è partito dalla nona divisione ed ha ottenuto tre promozioni in quattro anni, ed è vicino a costruire il proprio stadio. è un altro club di proprietà di una cooperativa di tifosi. Questi sono esempi di cooperative attive nel calcio. Noi crediamo che anche il calcio possa benei ciare della forte tradizione cooperativa italiana, a tutti i livelli, infatti, in Italia le cooperative competono nel libero mercato del settore alimentare, nel quale sono operativi quasi 130.000 punti vendita che impiegano quasi 56.000 persone, con 62 milioni di soci e ricavi annuali di 12 miliardi di Euro. Ed il nostro calcio condivide radici simili a quello inglese, in cui le persone si uniscono per giocare a calcio e per assistere alle partite. è un fenomeno collettivo.
In Germania, la proprietà dei club è di tipo cooperativo ed è questo che ha permesso al calcio tedesco di avere il campionato più proittevole in Europa, e anche uno di quelli di maggiore successo. La cooperativa è anche il modo in cui è strutturata la proprietà del club campione d'Europa, il Barcellona, e di diversi altri club spagnoli tra i quali il Real Madrid. Ed è qualcosa che sia la Commissione Europea e l'Unione Europea hanno appoggiato in modo importante e che l'Uefa ha indicato come il suo modello proprietario preferito.
Le cooperative non sono solo per l'olio d'oliva, per il vino o per i supermercati. è un fatto che le cooperative possono essere impiegate a tutti i livelli, che siano grandi e piccole, nel calcio come nel cibo, al Barcellona come al Modena.

è il momento che chiunque abbia a cuore il migliore interesse del Modena si unisca per assicurarne il futuro. Per questo desiderio non possiamo pensare ad una espressione che sia migliore di cooperazione.

Come sempre,
Forza Modena!
Andrea Gigliotti

Per maggiori informazioni:
info@coopmodenasportclub.it, coopmodenasportclub@pec.it


Contatti
Modena Sport Club - Società Cooperativa
Via Bacchini, 27 - 41122 Modena
Cell. (0039) 366 56 788 76
C.F. e P.IVA 03237700368
  • Modena Sport Club - Società Cooperativa
  • Via Bacchini, 27
  • 41121 Modena - ITALIA
  • Cell. (0039) 366 56 788 76
  • C.F. e P.IVA 03237700368
  • Registro Imprese n. 56277/08
  • Rea n. 370529
web agency modena siti internet